skip to Main Content

Salaiola: i primi cinque anni del Borgo Naturalistico

Salaiola, frazione del Comune di Arcidosso, è un paese di 50 abitanti circondato da una natura incontaminata; cinque anni fa i proprietari di terreni e case hanno firmato un protocollo con il quale si impegnano nelle buone pratiche ecologiche, ed hanno così costituito il primo Borgo Naturalistico d’Italia.
Per festeggiare questo importante traguardo è stato programmato per sabato 5 agosto alle ore 17, nella sede dell’Associazione L’Aquilaia in Piazza Monte Labbro, un convegno di alto profilo scientifico, dal titolo Salaiola: i primi cinque anni del Borgo Naturalistico. Riflessioni sulla biodiversità.
L’incontro è organizzato dall’Associazione L’Aquilaia in collaborazione con ConfGuide Confcommercio Grosseto ed è patrocinato da: Regione Toscana, Provincia di Grosseto, Comune di Arcidosso,
Dipartimento di Biotecnologia, Chimica e Farmacia dell’Università degli Studi di Siena, Fondazione Polo Universitario Grossetano, Unione dei Comuni Amiata Grossetana, Consorzio Forestale dell’Amiata, Associazione per la valorizzazione della castagna del Monte Amiata IGP.

Questa la scaletta degli interventi:

“Ambienti naturali, boschi e foreste: risorse da scoprire per il nostro benessere psico-fisico”:
Marco Mencagli, agronomo, collabora con PEFC (Programma di valutazione degli schemi di certificazione forestale) alla stesura dello standard per i servizi ecosistemici dei boschi “turistico ricreativo” e “benessere in foresta”, ed è autore del libro “La terapia segreta degli alberi”. Nella sua relazione farà un focus su le opportunità che gli ambienti naturali offrono dal punto di visto salutistico, ed in particolare il Monte Amiata, che è la prima realtà certificata in Italia.

“Da scarto a risorsa”:
Ottavia Spiga, professore associato presso il Dipartimento di Biotecnologia, Chimica e Farmacia dell’Università degli Studi di Siena e membro del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione Polo Universitario Grossetano, spiega il valore della castagna del Monte Amiata, anche delle parti finora non utilizzate: “Nell’ambito del concetto di bioeconomia circolare abbiamo deciso di trasformare uno scarto in risorsa. Partendo dal progetto PIF – Progetto Integrato e di Filiera – Open Riccio, finanziato su fondi europei dalla Regione Toscana, abbiamo sfruttato attraverso la ricerca universitaria le multiproprietà di uno scarto iconico: il riccio della castagna. Attraverso la startup SienaBioACTIVE è stata prodotta una linea di cosmaceutici ed è prossimo alla realizzazione il materiale per imballaggio ottenuto dall’ultima fase di lavorazione del prodotto di scarto.”

Il progetto OPEN RICCIO, ideato all’interno dall’Associazione per la Valorizzazione della Castagna del Monte Amiata IGP, intende sperimentare nuove modalità di utilizzo dei ricci e delle bucce di castagne, attraverso la realizzazione di un prototipo pilota per l’estrazione di polifenoli e tannini, e lo sviluppo prodotti cosmeceutici. L’estrazione e la caratterizzazione di molecole bioattive da bucce e ricci di castagne e il loro utilizzo nelle formulazioni cosmetiche è stata proposta dall’Università di Siena come un approccio globale innovativo per approfondire la relazione causa effetto dei polifenoli e dei tannini in termini di potere antiossidante e antinfiammatorio su diverse linee cellulari umane.

“Il valore della biodiversità, gli ambienti agro-forestali e il caso studio del’Albanella minore”:
Elena Grasso, ornitologa, eco-etologa, consulente ambientale e Presidente dell’Associazione Pygargus ETS,
parlerà dell’importanza della biodiversità e della naturalità degli ambienti agro forestali, e del progetto di ricerca e conservazione dell’Albanella Minore, approvato dalla Regione Toscana e dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, e condotto dall’Associzione Pygargus ETS.
Il suo intervento sarà arricchito dalla proiezione delle immagini scattate da Marco Brandi, fotografo naturalista professionista e Presidente dell’Associazione Maremma Pro Natura OdV, impegnata nella sensibilizzazione e nella tutela degli ecosistemi maremmani.

Inoltre nella mattina del 5 agosto è possibile fare una passeggiata nei boschi di Salaiola con la dottoressa Grasso per ascoltare i canti degli uccelli; prenotazione al numero 3396456738, appuntamento nella piazza del paese alle ore 10,15, camminata mediamente impegnativa della durata di circa un’ora e mezza.
Si raccomanda di utilizzare calzature ed abbigliamento adeguati e di portare con sé un binocolo.

L’evento è gratuito ed è sponsorizzato da Corsini Bakery Dolci e Biscotti.
Per informazioni: aquilaiasalaiola@gmail.com

@PoloUniversitarioGrossetano

Il Polo è social

Back To Top

La Fondazione Polo Universitario Grossetano informa gli interessati della pubblicazione di due nuovi avvisi riguardanti incarichi di collaborazione nei vari progetti della Fondazione.

1. Shortlist per l’affidamento di incarichi di collaborazione in materia di redazione, organizzazione candidature progettuali e gestione amministrativa dei progetti
2. Invito alla presentazione di proposte per l’affidamento di incarichi di collaborazione in materia di scouting e redazione candidature progettuali
3.
Avviso pubblico per l’affidamento di incarico di collaborazione per coordinatore processi formativi
4. [ERRATA CORRIGE]
Avviso pubblico per l’affidamento di incarico di collaborazione per coordinatore processi formativi

Vi invitiamo a visitare la pagina degli Avvisi e Bandi per scaricare i documenti e prendere visione delle opportunità disponibili.

Grazie per l’attenzione e per la vostra eventuale partecipazione.

Avvisi e Bandi

This will close in 0 seconds